Luca Magazzu nella Top List del Trofeo Chicco Pisani

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Luca Magazzu entra nella lista dei giocatori di livello che hanno partecipato al Chicco Pisani,Trofeo organizzato dalla Polisportiva Margine Coperta,nell’edizione 2016 Magazzu con lo Spezia si aggiudicò il trofeo e il titolo di capocannoniere del torneo.
Complimenti e auguri per una carriera piena di soddisfazioni.
Altri giocatori di livello hanno disputato il torneo negli anni passati, quali Tiberio Guarente, Diego Fabbrini (Birmingham City), Vincenzo Fiorillo (Pescara), Joe Allen (Liverpool), Nicolao Dumitru (Latina), Michelangelo Albertazzi (Hellas Verona) e Michele Camporese (Empoli),Andrea Consigli (Sassuolo); Matteo Darmian (Manchester United), Luca Marrone (Hellas Verona), Lorenzo Tonelli (Empoli), Davide Brivio (Atalanta); Daniele Baselli (Torino), Jacopo Sala (Sampdoria); Fabio Borini (Sunderland), Alberto Paloschi (Swansea City), Giacomo Bonaventura (Milan); Giampaolo Pazzini (Hellas Verona).
Tempi d’oro per le nazionali giovanili azzurre. Mentre l’Under 18 fa faville al Mondiale in Brasile, l’Under 17 si è presa di slancio il biglietto per la fase élite di qualificazione all’Europeo di categoria, che si svolgerà in Estonia a partire dal 21 maggio 2020. La nazionale allenata dal c.t. Daniele Zoratto ha completato un filotto di vittorie, in un girone che ha visto gli azzurrini battere nell’ordine Lussemburgo (6-0), Irlanda del Nord (2-0) e Turchia (4-0). Tre successi autoritari, nei quali è stato grande protagonista un giovane attaccante dell’Inter, che scalpita per mettersi in scia ai talenti che lo stano precedendo sotto le luci dei riflettori.
Puntualità diabolica – Luca Magazzù sta vivendo la stagione della definitiva esplosione a livello giovanile. Il classe 2003 nato a Massa è arrivato in nerazzurro nell’estate 2017, e in questi primi mesi del 2019-20 sta sfruttando al meglio ogni singola chance avuta a disposizione, con la maglia dell’Inter e della Nazionale. Per lui sono già quattro i gol messi a segno in sei gare del campionato Under 17, ai quali vanno aggiunti i tre centri in azzurro che hanno contribuito in maniera pesante a lanciare i suoi verso la fase élite dell’Europeo. Magazzù ha timbrato il cartellino in tutte e tre le gare della prima fase di qualificazione al torneo continentale: un gol per ciascun avversario, una diabolica puntualità nell’andare a segno per indirizzare ogni singolo match sul binario azzurro. Con la batteria offensiva a disposizione di mister Zoratto non era compito da poco riuscire a conquistare una maglia da titolare. Luca ci è riuscito e l’ha onorata nel migliore dei modi, e adesso si gode il momento ed è pronto a dare continuità alla sua vena realizzativa anche una volta tornato a vestire il nerazzurro.
Sognando Diego Costa – Dopo i primi calci nel Perticata, in provincia di Carrara, Magazzù è passato giovanissimo allo Spezia, rendendosi protagonista di una trafila capace di attirare l’attenzione delle big d’Italia. L’Atalanta ci ha fatto più di un pensiero, ma a bruciare la concorrenza è stata l’Inter, che se lo è assicurato nell’estate del 2017 e adesso gongola nel ritrovarsi in casa l’ennesimo attaccante di prospettiva. Nel solco tracciato da Esposito, ormai a tutti gli effetti un giocatore della prima squadra, e Gnonto, assoluto protagonista in azzurro al Mondiale Under 17 in Brasile, potrebbe presto inserirsi anche il classe 2003 massese. Destro naturale, Magazzù è una seconda punta che, grazie a un fisico compatto ed esplosivo, è capace di muoversi efficacemente anche da esterno destro del tridente oppure nel ruolo di trequartista. I movimenti di attacco alla porta sono già molto sviluppati per un ragazzo della sua età, così come il fiuto del gol che rappresenta una dote innata e messa in mostra fin dalla giovanissima età. Un profilo fisico “nervoso”, che fa degli strappi e delle accelerazioni improvvise due dei suoi punti di forza, lo rende difficilmente contenibile dal diretto avversario, col quale riesce a battagliare anche nel gioco aereo nonostante un’altezza inferiore al metro e ottanta. La determinazione e la cattiveria agonistica fanno il resto: il suo punto di riferimento, non a caso, è Diego Costa, attaccante che sulle doti da combattente ha costruito buona parte della sua titolata carriera. Adesso arriva la parte più difficile: quella della conferma che, da tradizione, risulta sempre più complicata dell’affermazione. Luca Magazzù è pronto a rispondere, alla maniera che conosce meglio: a suon di gol, per diventare grande con l’Inter e con l’Italia Under 17.
Fonte: www.tuttomercatoweb.com    e  Comunicazione Margine Coperta

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_single_image image=”9821″][/vc_column][/vc_row]